Restaurant gastronomique au Pradet

Délicieux, Rapide, Simple

Come Pulire Lo Schermo Della Tv?

Come Pulire Lo Schermo Della Tv
Consigli per pulire correttamente lo schermo della tua TV | Samsung Italia

Spegni la TV, lasciala raffreddare per qualche minuto, poi scollegala dalla corrente.Non spruzzare acqua, né altri liquidi direttamente sulla TV. Potresti causare un incendio o un cortocircuito. Pulisci lo schermo e il resto della TV con un panno in microfibra per evitare graffi. In caso di sporco ostinato, inumidisci leggermente il panno. Asciuga con un panno in microfibra asciutto. Non usare liquidi infiammabili o altri prodotti detergenti. La TV deve essere completamente asciutta prima di collegarla di nuovo alla corrente. SAMSUNG

: Consigli per pulire correttamente lo schermo della tua TV | Samsung Italia

Che detergente usare per pulire lo schermo della TV?

Come pulire schermo TV a tubo catodico – Se, invece, ti interessa capire come pulire il display di un televisore a tubo catodico o CRT (quei TV po’ più datati, spessi e muniti di schermo fatto di un materiale vitreo, per intenderci), sappi che puoi agire in maniera pressoché analoga a quanto visto finora.

  • Anche in questo caso, ti consiglio di eliminare gli accumuli di polvere usando un panno asciutto in microfibra, daino o camoscio, sempre dopo aver spento completamente l’apparecchio e averlo scollegato dalla rete elettrica.
  • A differenza di quanto visto in precedenza, puoi però effettuare una pressione più decisa sulla superficie dello schermo, giacché il materiale di cui è composto ha una consistenza identica a quella del comune vetro.

Tuttavia, anche in questo caso, devi prestare attenzione a non arrecare danni: il vetro dello schermo di un televisore LCD è molto più delicato di quello che si trova comunemente su porte e finestre (seppur esteticamente uguale) e, per questo motivo, bisognerebbe evitare l’uso di comuni detergenti per i vetri, che potrebbero danneggiare il display in maniera irreparabile. Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d’Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico.

Come si pulisce lo schermo della TV a led?

Gli step da seguire – Ecco come fare in pochi semplici passi, con la precisazione che le stesse raccomandazioni che seguono valgono per i monitor PC, perché fabbricati con le stesse tecnologie:

  1. Spegnere la TV e aspettare che sia fredda ;
  2. Scollegarla dalla corrente;
  3. Usare un panno in microfibra (come in foto sopra) e strofinare senza esercitare troppa pressione ;
  4. Solo se le ditate non vanno via, inumidire leggermente il panno ;
  5. Asciugare con un secondo panno in microfibra asciutto;
  6. Assicurarsi che lo schermo della TV sia totalmente asciutto prima di ricollegarlo alla corrente,

Spegnere la TV nel momento in cui usate il panno umido aiuta a prevenire il rischio di incendi, ma anche se doveste scegliere di non usare liquidi sul panno, con la TV spenta vedrete più facilmente polvere ed aloni. I maggiori produttori, quali Samsung, LG e Sony, concordano sulle istruzioni appena illustrate, ma prima di cominciare a pulire lo schermo della TV sarebbe meglio leggere il manuale del prodotto in vostro possesso per controllare che non vi siano eventuali accorgimenti specifici.

  1. Il panno in microfibra Vileda r-MicroTuff vi dà la certezza di non graffiare la superficie delicata del vostro televisore, qualsiasi sia la tecnologia della TV.
  2. Questo panno è studiato per uso professionale, ma anche prodotto al 100% con poliestere riciclato.
  3. L’ etichetta ecologica Nordic Swan assicura il reale impegno del produttore per la sostenibilità ambientale, tenendo in considerazione l’impatto del prodotto anche per il suo ciclo di vita.

Nella confezione ci sono 5 panni, per cui potete tenere gli altri 3 di scorta o destinarli alle pulizie di altre superfici compatibili, come quelle di vetri e mobili.

Come pulire lo schermo della TV in modo naturale?

Acqua distillata – Se desideri pulire lo schermo della TV senza causare striature e graffi, usa acqua distillata, Evita di usare l’acqua del rubinetto, che contiene fibre che possono graffiare lo schermo. L’acqua distillata è pura, quindi non causerà danni.

  1. Gli asciugamani di carta sono un’altra opzione, ma contengono fibre di legno che possono graffiare la superficie.
  2. Un’altra opzione è pulire lo schermo con un panno in microfibra.
  3. Un panno asciutto può rimuovere macchie, oli e sporco dallo schermo.
  4. Usa un tocco delicato e non premere mai troppo forte, poiché questo può lasciare segni permanenti.

Puoi anche usare acqua distillata per eliminare i residui secchi rimasti. Questo metodo impedirà anche la visualizzazione di impronte e macchie sullo schermo. Per pulire uno schermo, puoi utilizzare acqua distillata e un panno in microfibra. Tuttavia, assicurati di saturare il panno in microfibra e pulirlo con un movimento circolare.

Puoi anche usare una soluzione di acqua e sapone per i piatti. Ricorda però di diluire la soluzione in una parte per 100 parti di acqua. Se preferisci usare acqua distillata, puoi mescolarla con del detersivo per piatti per aumentarne il potere pulente e creare schiuma. L’acqua distillata è più sicura del detersivo per piatti e non contiene minerali.

Un’altra alternativa è l’aceto bianco. L’aceto bianco ha un odore gradevole che non lascia aloni sullo schermo della TV. Acqua distillata e aceto bianco sono entrambe soluzioni detergenti naturali molto efficaci per pulire gli schermi TV. Tuttavia, assicurati di diluire la soluzione prima di utilizzarla perché troppo aceto o detersivo per i piatti può causare la formazione di aloni.

Come pulire schermo TV con alcool?

Cosa serve per pulire lo s chermo – Per pulire lo schermo del televisore HD ci sarà bisogno di 2 panni morbidi e privi di lanugine (preferibilmente in microfibra). Ma anche di acqua distillata, alcol e un misurino, Prima di tutto, spegnere la tv. Quindi, spolverare lo schermo per rimuovere eventuali particelle di sporco e pulirlo con un panno morbido e privo di lanugine.

Serve a rimuovere la polvere residua. Se non si riesce a vedere alcuna macchia visibile dopo aver finito di spolverare, allora ci si può fermare. LEGGI ANCHE Via il televisore dalla camera da letto dei vostri bambini Se lo schermo è ancora sporco, invece, mischiare alcol e acqua con un misurino. Bisogna essere certi che la soluzione sia composta da parti uguali di acqua e alcol.

Se non si dispone di un misurino, provare a utilizzare un bicchiere per misurare le quantità prima della miscelazione. In ogni caso, assicurarsi di non esagerare con l’alcol per non danneggiare il display. Immergere il panno nella soluzione e strizzarlo per rimuovere l’umidità in eccesso.

Qual è il panno in microfibra?

Come usare il panno in microfibra? – I panni in microfibra sono costituiti da microfibre finissime con una struttura a forma di asterisco che li rendono incredibilmente assorbenti. Possono assorbire sia l’acqua sia lo sporco, raccogliendo grazie alle loro fibre, polvere, grasso e batteri,

  • In questo modo tutte le superfici restano asciutte e pulite con una sola passata, senza bisogno di ulteriori detergenti.
  • L’utilizzo di panni in microfibra per la pulizia della casa può ridurre la quantità di prodotti che si utilizzano, facendo risparmiare soldi e tempo.
  • Si può utilizzare un panno in microfibra asciutto o umido per spolverare le superfici, pulire vetri e specchi e lucidare l’acciaio.

Ma non si può dire la stessa cosa per il bagno o per la cucina, dove è necessario unire l’azione del panno in microfibra ad un detergente disinfettante.

Come pulire schermo TV con Vetril?

Non usare Vetril o altri detergenti per vetri. Questi prodotti contengono ammoniaca ed altre sostanze che danneggiano il display della tua TV.

Come togliere graffi su TV LED?

Come riempire i graffi – Una volta terminata la pulizia dello schermo col pannetto in microfibra, procediamo col primo metodo per eliminare i graffi su uno schermo LCD. Bisogna procurarsi della vaselina bianca, da usare per riempire i graffi. È necessario prelevarne solo qualche gocciolina, usandone poca per volta.

  • Ricordate che la superficie è molto delicata: procedete con cautela per non rovinare la parte restante dello schermo.
  • Il consiglio è quello di aiutarvi con una spatolina per poter riempire al meglio i buchi crearti da graffi.
  • Una volta finito bisogna rimuovere il prodotto in eccesso con l’aiuto di un foglio di carta da cucina molto morbido.

Prestate attenzione a non esercitare troppa pressione. In caso contrario rischierete di rimuovere anche la vasellina usata per proteggere il graffio. Sarà però necessario riapplicare la vaselina ogni volta che si procederà ad una pulizia un po’ più approfondita dello schermo.

  1. In questo caso infatti insieme allo sporco verrebbe via anche la vaselina.
  2. Con questi semplici passaggi potrete risolvere o meglio eliminare i graffi del vostro schermo LCD.
  3. Ricordiamo per l’ennesima volta che questo metodo funziona solo con graffi lievi.
  4. Se i graffi sono troppo profondi è meglio riportare il vostro schermo dal rivenditore o da uno specialista in modo da farvi sostituire lo schermo.

Fate attenzione quando applicate la vaselina, utilizzandola con parsimonia perché un uso eccessivo potrebbe danneggiare lo schermo. In descrizione trovate altri link utili con altri metodi per poter rimuovere i graffi dal vostro schermo LCD, e anche un video tutorial di YouTube che spiega passo a passo e in maniera molto approfondita come rimuovere i graffi sullo schermo LCD con l’olio d’oliva.

Come si pulisce lo schermo del telefonino?

Come non pulire il telefonino: evitate alcool, detergenti vetro e aceto – Cosa si raccomanda generalmente per la pulizia dello smartphone ? Di usare acqua distillata, sapone molto diluito, oppure con uno spray specifico per display elettronici. Al posto della carta bisogna preferire un panno in microfibra senza pilucchi, inumidirlo leggermente con l’acqua e pulire con attenzione ogni parte dello smartphone.

Come pulire lo schermo della TV OLED?

E per le macchie più ostinate? – Se sono presenti macchie difficili da rimuovere, è possibile inumidire leggermente il panno con acqua distillata e pulire delicatamente lo schermo. Non spruzzare acqua direttamente sullo schermo, che potrebbe causare guasti ai componenti se gocciola o penetra nei meccanismi interni del set.

Per le macchie più ostinate, puoi provare a utilizzare una soluzione di detersivo per piatti molto delicato, altamente diluito con acqua, ancora una volta applicato sul panno e non sul televisore stesso. (Come linea guida per la quantità di sapone da utilizzare, Panasonic era solita raccomandare un rapporto 100: 1 tra acqua e sapone.) Gli schermi Lcd, in particolare, sono molto sensibili alla pressione e possono graffiarsi facilmente, quindi non premere troppo forte.

Walsh suggerisce che se si utilizza un panno inumidito, è meglio passare di nuovo sullo schermo con uno asciutto per rimuovere eventuali vortici o strisce.

Come pulire gli schermi dei televisori e dei computer?

Come pulire lo schermo di un PC o una smart TV Inutile dirlo, tutti possiedono uno smartphone, buona parte delle persone possiedono un PC o lo utilizzano quotidianamente per lavoro, per studio o per intrattenimento e tutti, indipendentemente dall’età, dagli impegni, dal lavoro o altro, possiedono un televisore o meglio una,

  1. La qualità dell’immagine dello schermo del vostro PC, o TV non dipende solo dal suo design e dalle caratteristiche ma anche dalla manutenzione.
  2. Può sembrare una sciocchezza, ma la polvere o le impronte digitali accumulate rovinano l’immagine e quindi il comfort di utilizzo.
  3. Ecco come pulire gli schermi senza danneggiarli.

Che si tratti di un computer portatile, di un monitor per PC, di uno smartphone o di un televisore, la procedura per la pulizia dello schermo è identica. Mia madre ripete spesso un detto in dialetto, che suonerebbe perfetto se non fosse per il fatto che non sono, ahimé, in grado di scriverlo correttamente, ma il succo è « Sono gli strumenti che fanno un buon artigiano ».

Due panni morbidi, preferibilmente in microfibra. Non utilizzare panni convenzionali come gli strofinacci ed evitare i tovaglioli di carta perché possono graffiare la superficie.Per la pulizia dello schermo è sufficiente acqua tiepida e preferibilmente filtrata. Tuttavia, è possibile utilizzare una miscela di aceto bianco o di alcol isopropilico (usato comunemente in molti detergenti per la casa) nelle proporzioni di 1/3 di prodotto per 2/3 di acqua.I cotton fioc per trattare i bordi e gli angoli.Ricordarsi di spegnere lo schermo per evitare di danneggiarlo durante la pulizia. Inoltre, la polvere e i segni sono molto più visibili in questo modo.Non utilizzate prodotti non dedicati agli schermi, non siate bruschi e non premete eccessivamente sullo schermo.

Per prima cosa, utilizzare il primo panno in microfibra per rimuovere la polvere senza tralasciare nessuna area. Siate delicati e non premete mai. Utilizzate un bastoncino di cotone per rimuovere la polvere che potrebbe accumularsi intorno ai bordi dello schermo.

See also:  Fuoco Di SantAntonio Come Si Prende?

Ora che non c’è più polvere sulla superficie, inumidite leggermente il secondo panno in microfibra con acqua o, se preferite, un detergente specifico per schermi. Ce ne sono tantissimi in vendita. Quindi, se non vi sentite tranquilli ad usare solo acqua o la miscela indicata sopra, sappiate che potete trovare soluzioni specifiche già pronte tranquillamente su ma anche nei negozi di elettronica e magari nei supermercati.

Il panno non deve essere imbevuto ma solo leggermente umido. È meglio usare uno spray sul panno. A questo punto, strofinate delicatamente lo schermo con un movimento circolare dal centro verso le estremità. Infine, riutilizzare il primo panno, se pulito sennò uno pulito, per rimuovere eventuali tracce di umidità con un movimento circolare dal centro dello schermo verso i bordi.

  1. A questo punto lo schermo dovrebbe essere pulito, ma qualora vi fossero ancora delle macchie, trattenete il vostro primo istinto, che probabilmente sarà quello di strofinare più forte o addirittura di raschiare via la striscia.
  2. Non fatelo! Inumidite nuovamente il secondo panno morbido ed eseguite nuovamente un movimento circolare ma concentrandovi solo sull’area sporca.

Per evitare che striature o macchie ostinate ricompaiano, ricordatevi di pulire regolarmente lo schermo. : Come pulire lo schermo di un PC o una smart TV

Come pulire schermo TV LED Philips?

Per la normale pulizia, utilizzare un panno morbido pulito. Per la pulizia accurata, utilizzare alcol isopropilico. Non utilizzare altri solventi, quali alcol etilico, etano, acetone, esano, ecc. Le informazioni contenute in questa pagina si applicano ai seguenti modelli: 200WP7ES/01, 170X7FB/00, 190X7FB/00, 190C7FS/00, 200XW7EB/00, 170C7FS/00, 200P7MG/00, 190CW7CS/00, 200WP7ES/00, 170V7FB/00, 190V7FB/00, 170B7CG/00, 200WB7ES/00, 200P7EG/00, 150S7FS/00, 200P7ES/00, 190S7FS/00, 190S7FG/00, 190P7ES/00, 190P7EG/00, 190B7CS/00, 170S7FG/00, 170S7FB/00, 170B7CS/00, 170A7FS/00, 170P7EG/00, 190P7ES/01, 170P7ES/00, 170S7FS/00, 150S7FG/00, 230WP7NS/00, 190C6FS/00, 170X6FW/00, 170X6FB/00, 190X6FB/00, 170C6FS/00, 200P6IG/00, 190P6ES/00, 170B6CG/00, 200W6CS/00, 170S5FS/00, 170C4FS/00,

Come togliere le impronte dallo schermo TV?

3 Modi per Rimuovere le Impronte dallo Schermo del Televisore Cercare di guardare la TV attraverso uno strato di polvere e ditate può essere un’esperienza molto frustrante. Fortunatamente, pulire le impronte dallo schermo del televisore è un procedimento molto semplice: puoi usare semplicemente l’acqua, una soluzione di acqua e alcol isopropilico oppure acqua e aceto, risolvendo così facilmente il problema.

  1. 1 Spegni il televisore e stacca la spina. Visto che successivamente userai l’acqua per pulire lo schermo dalle impronte, è una buona idea spegnere l’apparecchio e togliere la corrente. Se c’è un interruttore collegato alla presa che ti permette di disattivarla, puoi azionarlo anziché rimuovere la spina dell’apparecchio.
    • Quando il televisore è acceso, eventuali gocce d’acqua potrebbero scaldarsi a contatto con lo schermo e rovinarlo. Per evitare di creare danni permanenti, ricordati sempre di staccare la spina dell’apparecchio prima di iniziare a pulirlo.
  2. 2 Usa un panno antistatico asciutto per pulire delicatamente lo schermo. Passalo delicatamente sulla superficie, prestando particolare attenzione alle zone in cui si trovano impronte di dita. Non applicare una pressione eccessiva, in quanto potresti rischiare di deformare il vetro dello schermo.
    • Un panno antistatico è il tipo di panno più sicuro per pulire lo schermo del televisore.
    • Recati presso un negozio di elettronica per acquistarne uno nel caso tu non l’abbia già in casa.
  3. 3 Inumidisci un panno pulito con dell’acqua e passalo sullo schermo. Bagna il panno e strizzalo sul lavandino per rimuovere l’acqua in eccesso. Quando pulisci lo schermo presta particolare attenzione alle zone coperte di impronte, esercitando una leggera pressione per non danneggiarlo.
    • Assicurati che il panno non sia troppo imbevuto di acqua da farla scivolare sullo schermo: deve essere leggermente umido.
    • Non passare il panno dietro la cornice dello schermo, in quanto potresti danneggiare i componenti elettrici.
  4. 4 Evita di usare un detergente per vetri, alcol, sapone o un altro prodotto per la pulizia. Questi prodotti danneggerebbero lo schermo rendendolo inutilizzabile: soltanto perché sono pensati per pulire il vetro non significa che possano essere usati sullo schermo di un televisore.
    • Non dovresti mai usare nemmeno spugnette abrasive né salviette di carta: potrebbero graffiare lo schermo.
  5. 5 Lascia passare un’ora in modo che la superfici sia asciutta prima di reinserire la spina della corrente. Una volta terminata la pulizia dello schermo con il panno inumidito, dovresti attendere almeno un’ora affinché sia completamente asciutto prima di accenderlo. In caso contrario, potresti causare danni difficilmente riparabili.
    • Lo schermo potrebbe sembrarti asciutto alla vista e al tatto prima che sia trascorsa un’ora, tuttavia per sicurezza meglio aspettare questo lasso di tempo.

    Consiglio dell’Esperto Guru del Pulito Dalle tecniche di pulizia al processo di offrire esperienze rinnovatrici riducendo il disordine e rigenerando l’ambiente di una casa, James Sears è un esperto del pulito a 360°. James è un Borsista Fiduciario presso la University of Southern California (USC). È un pioniere nel settore della pulizia ed è leader del team di Neatly. Il suo gruppo formato da guru del pulito risiede a Los Angeles e nella Orange County, in California. Se non vuoi usare liquidi sullo schermo, usa un panno in microfibra. Questo tipo di panno è molto morbido e ottimo per la pulizia di apparecchi elettronici o schermi TV che non devono bagnarsi. Se non ne possiedi uno, puoi usare anche una maglia di flanella. Pubblicità

  1. 1 Spegni il televisore, stacca la spina e aspetta che si raffreddi. Prima di pulirlo, assicurati che non sia attaccato alla corrente elettrica. Per evitare di danneggiarlo, spegnilo innanzitutto con il telecomando prima di staccare la spina.
    • È importante lasciare che il televisore si raffreddi prima di pulirlo: l’acqua può scaldarsi a contatto con lo schermo e causare danni.
  2. 2 Usa un panno pulito per pulire delicatamente lo schermo. Applica una leggera pressione per rimuovere la polvere e le impronte, facendo particolare attenzione alle zone più sporche. Non esagerare con la pressione, altrimenti potresti danneggiare lo schermo.
    • Se riesci a eliminare le impronte soltanto con una passata di panno, puoi terminare qui l’operazione di pulizia.
  3. 3 Mescola in un dosatore acqua e alcol isopropilico in parti uguali. Si tratta di un tipo di alcol delicato che può essere utilizzato sui televisori, in quanto non li danneggia una volta diluito con acqua. Usa un bicchiere dosatore per misurare esattamente una parte di acqua e una di alcol.
    • Se non hai un dosatore, mescola i due ingredienti in un bicchiere normale, assicurandoti di non usare una quantità di alcol superiore all’acqua.
    • Non usare altri prodotti chimici al posto dell’alcol isopropilico.
  4. 4 Imbevi un panno nella soluzione, strizzalo e passalo sullo schermo. Il panno dovrebbe essere umido, ma non zuppo, altrimenti potrebbe causare danni. Pulisci delicatamente lo schermo con il panno, concentrandoti particolarmente sulle zone dove ci sono le impronte.
    • Intingi un bastoncino di cotone nella soluzione, asciugalo con un panno in modo che sia leggermente umido, quindi usalo per pulire gli angoli dello schermo in cui è difficile rimuovere le impronte con il panno.
  5. 5 Asciuga lo schermo con un panno pulito. Una volta rimosse completamente le impronte, asciuga la superficie con un altro panno, prestando particolare attenzione alle zone in cui erano presenti le impronte.
    • Lascia che il televisore si asciughi da solo dopo averlo strofinato per circa 15 minuti.
    • Quando è completamente asciutto, infila nuovamente la spina nella corrente.

    Pubblicità

  1. 1 Stacca la spina del televisore e aspetta che si raffreddi. Prima di pulirlo, spegnilo innanzitutto con il telecomando, quindi rimuovi la spina dalla presa nel muro: se la stacchi mentre il televisore è ancora acceso, potresti danneggiarne i circuiti elettrici.
    • Se il televisore non si è ancora raffreddato nel momento in cui lo pulisci, l’acqua si scalderà a contatto con lo schermo danneggiandolo.
  2. 2 Mescola acqua e aceto in parti uguali in una bottiglietta spray. Usa un bicchiere dosatore per misurare esattamente una parte di acqua e una di aceto; se non ne possiedi uno, usa un bicchiere normale e cerca di essere il più accurato possibile nella misurazione. In ogni caso, è meglio esagerare con l’acqua che non con l’aceto.
    • Se decidi di usare una bottiglietta spray che conteneva in precedenza un altro prodotto per la pulizia, versaci all’interno del sapone per piatti, risciacquala alcune volte finché non smette di formarsi schiuma e lasciala asciugare.
  3. 3 Spruzza la soluzione su un panno in microfibra. Non usare salviette di carta, fazzoletti né spugnette abrasive per questo tipo di pulizia, in quanto questi materiali potrebbero graffiare lo schermo. Un panno in microfibra rimuoverà le impronte senza creare danni.
    • Un paio di spruzzate di soluzione sul panno dovrebbero essere sufficienti.
  4. 4 Strofina lo schermo con movimenti piccoli e circolari. Eseguendo questi movimenti con delicatezza non lascerai aloni sullo schermo.
    • Se ci sono impronte sulla cornice dello schermo, passaci sopra il panno con movimenti circolari.
  5. 5 Asciuga lo schermo con un panno pulito in microfibra. Una volta che avrai passato l’intera superficie con il panno umido, puoi asciugarla con un altro panno. Usa ancora movimenti circolari e presta particolare attenzione a eventuali impronte o polvere residua sullo schermo.
    • Lascia asciugare lo schermo per altri 15 minuti dopo aver passato il panno.
    • Infila la spina nella corrente una volta che lo schermo è asciutto.

    Pubblicità

Assicurati che il televisore si trovi in una posizione sicura prima di pulirlo. Questa raccomandazione è importante indipendentemente dalle dimensioni dell’apparecchio, ma lo è ancora di più se lo schermo è grande.

Pubblicità

  • Panni asciutti e antistatici
  • Acqua
  • Panni asciutti e puliti
  • Alcol isopropilico
  • Acqua
  • Bastoncini di cotone
  • Bicchieri dosatori
  • Panni asciutti e puliti
  • Bottiglietta spray
  • Acqua
  • Aceto bianco
  • Dosatori o bicchiere
  • Sapone per piatti

Questo articolo è stato co-redatto da, Dalle tecniche di pulizia al processo di offrire esperienze rinnovatrici riducendo il disordine e rigenerando l’ambiente di una casa, James Sears è un esperto del pulito a 360°. James è un Borsista Fiduciario presso la University of Southern California (USC).

Come si pulisce lo schermo di un tablet?

Anche per smartphone e tablet la soluzione fai da te adatta alla loro pulizia è a base di acqua calda e poco sapone. Utilizzate un panno in microfibra e inumiditelo leggermente, passatelo su tutte le parti del vostro dispositivo.

Come si pulisce lo spolverino?

Come lavare il piumino per spolverare – Passiamo ora al classico piumino per spolverare ! Non basta sprimacciarlo ogni volta che si utilizza: nel tempo accumula troppo sporco. A differenza degli stracci, il piumino non può essere lavato di frequente – altrimenti avrebbe vita breve! – ma ogni tanto si può fare, Io faccio così. In un recipiente metto acqua e detersivo per delicati, Poi, a mano, passo questa soluzione sulle setole, senza andare contropelo e senza bagnare del tutto il piumino. Poi lo risciacquo, piuttosto velocemente, sotto il rubinetto – sempre cercando di non bagnarlo del tutto.

  1. E infine lo appendo all’ingiù ad asciugare.
  2. Tenete conto che il piumino impiega più tempo dei normali indumenti ad asciugare E vedendolo così appeso, tutto bitorzoluto, sembra irrimediabilmente perso! Ma abbiate fede: quando finalmente si asciuga, basta sprimacciarlo per vederlo risorgere, bello vaporoso, come nuovo, e piacevolmente profumato ! Sono semplici e modesti consigli basati sulla mia esperienza personale; spero li troviate utili.

Aggiungete pure i vostri nei commenti! : Lavare stracci, spugne e piumino per spolverare

A cosa serve l’alcol isopropilico?

ALCOOL ISOPROPILICO PURO AL 97% LATTINA DA 1 LITRO L’alcool isopropilico 97% è un alcol incolore e moderatamente volatile, con un forte odore caratteristico non sgradevole. USI: L’alcool isopropilico è usato comunemente come detergente, come blando disinfettante cutaneo (rubbing alcohol) al pari dell’alcol etilico denaturato, come solvente e come additivo nelle industrie nonché come importante intermedio per sintesi farmaceutiche e cosmetiche.

Viene utilizzato anche nella stampa offset con soluzioni di bagnatura per mantenere un perfetto rapporto inchiostro/acqua e regolare la tensione dinamica e della superficie. L’alcool isopropilico trova anche impiego come additivo per particolari tipi di benzina per veicoli, perché permette che l’acqua eventualmente presente non si separi in una fase distinta, cosa che farebbe aspirare acqua al motore causandone lo spegnimento.

È anche un ottimo sgrassante che viene spesso usato per la pulizia di dispositivi ottici (lenti, obiettivi fotografici, microscopi) ed elettronici (lenti laser per CD/DVD, nastri magnetici, circuiti stampati), in quanto rispetto all’alcool etilico (etanolo) aggredisce meno i delicati rivestimenti superficiali di questi dispositivi.

È inoltre usato come solvente per togliere la pasta termica dalla CPU e anche per pulire i monitor dei computer. Altro utilizzo è nella connessione delle fibre ottiche, in quanto evaporando non lascia residui e non danneggia i piccoli componenti (nell’ordine del decimo di millimetro). Ottimo per sciogliere la gommalacca e per la sua applicazione, in quanto essendo perfettamente trasparente, non macchia con il rosato del denaturante dell’alccol etilico.

Si usa anche per combattere le infestazioni di cocciniglie sulle piante. Viene utilizzato nei comuni detergenti lavapavimenti. Specifiche tecniche: Composizione 97% di alcool isopropilico + 3% di iso-butanolo – Colore trasparente – Evapora rapidamente senza lasciare traccia Prodotto da Chimica C.B.R.

Come pulire lo schermo del TV OLED Panasonic?

I TV OLED sono in grado di riprodurre immagini brillanti e luminose, movimenti fluidi, neri profondi e colori vivaci. Le principali caratteristiche che contraddistinguono i TV OLED sono la maggiore profondità delle tonalità scure, contrasti brillanti, dispositivi ultrasottili e sono molto più leggeri rispetto ad altri modelli. I TV OLED utilizzano sottili strati di materiale organico, posizionati tra due elementi conduttori, e tale disposizione permette l’emissione di una luce intensa nel momento in cui viene attivata la corrente elettrica. Quando si applica un potenziale esterno (corrente elettrica) tra il terminale del catodo e il terminale dell’anodo, si osserva un flusso di corrente che va dal terminale del catodo al terminale dell’anodo, e tale flusso scorre attraverso le due pellicole note come strato conduttivo e strato emissivo.

Di contro, un TV LED utilizza un pannello a cristalli liquidi (LCD) per controllare la posizione dei singoli punti luminosi sullo schermo. Ovviamente, i TV OLED richiedono una notevole capacità di elaborazione per gestire una grafica di tale livello, ma sistemi come quello del TV OLED JZ2000 gestiscono l’incredibile HCX Pro AI Processor e sono in grado di riprodurre le immagini più brillanti e precise che si riescano a trovare in circolazione.

Potremmo senza alcun dubbio definire l’OLED come il TV del futuro. Il sistema OLED è attualmente quello più all’avanguardia quando si parla di TV, ed è improbabile che la tecnologia riesca ad oltrepassarlo in modo significativo nei prossimi anni. Gli OLED consentono un livello di visualizzazione superiore a quello dei migliori LED.

Livelli del nero. Quando si tratta di visualizzazione, i livelli del nero sono fondamentali, in quanto aumentano efficacemente il contrasto. Quando parliamo di dispositivi di visualizzazione di immagini, come i TV, per rapporto di contrasto intendiamo la differenza di contrasto tra i neri più profondi e i bianchi più intensi, e un dispositivo in grado di produrre il massimo contrasto sarà senza dubbio un vincitore in termini di esperienza visiva.

La tecnologia OLED sfrutta al massimo questa differenza, generando un rapporto di contrasto davvero sorprendente. Angoli di visione. Ovviamente, il miglior angolo di visione quando si guarda qualsiasi TV è sempre quello diretto. Tuttavia, ciò non sempre è possibile, dipende infatti dalla disposizione dei posti a sedere e da come è montata la TV. Panasonic sta rapidamente diventando il produttore più prolifico di TV OLED nel mercato di fascia alta. E, visto che l’attuale tecnologia utilizzata per realizzare gli OLED è ormai ben nota, ciò può soltanto avere un buon impatto sui prezzi presentati al consumatore.

Il che vuol dire che sta diventando sempre più semplice possedere un TV di fascia alta, in grado di offrire delle prestazioni mozzafiato. I prezzi scenderanno solo quando gli OLED diventeranno più comuni. Tra i vari OLED che si possono trovare in circolazione, quelli di Panasonic attualmente sono tra i migliori e, dopo il modello JZ2000 presentato in anteprima al CES2021, altri produttori hanno parecchio lavoro da fare per recuperare il ritardo.

Panasonic si è distinta offrendo un supporto HDR dedicato, con l’JZ2000 che riceve gli stessi formati HDR10, HDR10+, HDR10+ Adaptive, Dolby Vision e HLG presenti sul LED HX800 di fascia media, il che significa che si avrà sempre la migliore qualità possibile. Avendo investito in una nuova – e abbastanza costosa – TV con una risoluzione 4K o superiore, non vorrai certo che l’esperienza visiva venga rovinata da una patina di polvere, quindi bisogna pulire il TV regolarmente e nel modo corretto. La pulizia del televisore dovrebbe far parte delle regolari pulizie di routine, da eseguire sempre con il televisore spento.

Si consiglia di rimuovere prima la polvere e altri materiali potenzialmente abrasivi dalla superficie. Il metodo migliore consiste nell’utilizzare un panno in microfibra pulito. La stessa Panasonic raccomanda di inumidire un panno morbido con acqua pulita o con del detergente neutro diluito – di solito 1 parte di detergente per 100 parti di acqua – per rimuovere le macchie ostinate, anche se occorre prestare molta attenzione a non strofinare forte.

Successivamente, è possibile rimuovere eventuali striature utilizzando dei panni per la pulizia dello schermo, ideati appositamente per la pulizia degli schermi delicati di TV OLED e LED. É sconsigliato invece l’utilizzo di prodotti commerciali per la pulizia dei vetri o di acqua, poiché danneggereste sicuramente la delicata superficie antiriflesso dello schermo.

Il burn-in dello schermo, noto anche come burn dello schermo, immagine fantasma, o semplicemente burn-in, è uno scolorimento delle aree di uno schermo OLED, causato da un uso cumulativo e non uniforme dei pixel, come accade per un contrasto elevato per un periodo di tempo relativamente lungo. Il burn-in può influire sull’esperienza visiva sovrapponendo l’immagine fantasma sulle altre immagini riprodotte sullo schermo.

Il burn-in ha destato diverse preoccupazioni riguardo i TV OLED, e questo può rappresentare un grave problema. Si verifica quando una parte dell’immagine persiste su uno schermo – di solito si tratta di una parte con un contrasto molto elevato – anche quando questa cambia, lasciando il fantasma dell’immagine impressa sullo schermo.

Tutti i televisori Panasonic sono dotati di una funzione che rileva un’immagine fissa sullo schermo, spostandola o attenuandola leggermente per evitare questo problema. Panasonic riconosce che si tratta di una potenziale criticità e ha sviluppato due mezzi per limitare la causa del burn-in e prevenire problemi a lungo termine.

Pixel Orbiter: i TV OLED Panasonic sono dotati di un sistema chiamato Pixel Orbiter, che sposta l’immagine sullo schermo di un singolo pixel dopo un certo limite di tempo. Questo movimento tende a essere più o meno circolare in modo che le immagini ad alto contrasto vengano sempre spostate in una nuova posizione.

  1. Funzioni di manutenzione del pannello: i TV OLED di Panasonic sono dotati di due funzioni di manutenzione del pannello per impedire il burn-in, che funzionano in background.
  2. La prima equalizza il carico applicato a ciascun pixel e mantiene costanti le prestazioni del pannello.
  3. Si avvia automaticamente quando si interrompe l’alimentazione con il telecomando, dopo che il tempo di visualizzazione cumulativo abbia superato un intervallo di tempo prestabilito.

L’esecuzione della procedura richiede circa 10 minuti e nel frattempo un LED giallo indica che è in corso la manutenzione del pannello. La seconda funzione di manutenzione analizza lo stato di ciascun pixel e applica le correzioni, se necessario, al fine di mantenere costanti le prestazioni del pannello.

Come pulire schermo TV Plasma Panasonic?

Schermo della TV: come comportarsi in generale per far sì che duri a lungo – Gli schermi delle TV, in particolare quelli degli apparecchi ad alta definizione, oggi non solo sono molto costosi, ma anche molto fragili, Perché rischiare quindi di usare metodi di pulizia che, le stesse aziende produttrici, non consigliano? La linea di comportamento generale? Per pulire lo schermo della TV senza danneggiarlo, prendi un bel panno in microfibra, tipo quelli che danno in dotazione per pulire le lenti degli occhiali, e usalo.

Se sullo schermo sono presenti delle macchie, inumidisci leggermente il panno solo con una piccola quantità d’acqua, poi passalo sopra. E, quando lo fai, non premere troppo: c’è meno di un millimetro tra il dito e una TV rotta. Se i tuoi figli, o il tuo partner, hanno ridotto davvero lo schermo della TV ad un campo di battaglia, prova a sciogliere una goccia di sapone per piatti delicato in un litro d’acqua calda.

Se lo preferisci, questo per non avere sorprese, puoi usarne anche meno di una goccia. Se tu, e i prodotti chimici, non andate d’accordo, puoi anche usare i kit per la pulizia dello schermo della TV. Talvolta è meglio spendere 20 euro e avere uno schermo pulito e non danneggiato che 1000 euro per una televisione nuova.

Quali sono i panni migliori per pulire i vetri?

Ne abbiamo testati 12 e questi 4 sono risultati i più pratici ed efficaci – I panni in microfibra asportano con facilità lo sporco e permettono di igienizzare la superficie senza utilizzare alcun detersivo. Ne abbiamo testati 12 con l’aiuto di Antonella Liistro di laretedellemamme.it e Giovanni Fochi, chimico della Scuola Normale di Pisa.

I 4 che hanno superato il test li trovi qui sotto. Ma prima di spiegarti come li abbiamo scelti, ecco il consiglio del chimico per farli durare più a lungo, «I panni in microfibra sono composti di poliestere e poliammìdi (come il nylon) miscelati per sfruttare le potenzialità di ogni materiale: in genere è presente in maggiore quantità il poliestere, che ha la capacità di attirare e catturare polvere ed acari, mentre in minore percentuale sono presenti le poliammìdi in grado di assorbire e asportare lo sporco.

Proprio per queste caratteristiche, è necessario fare attenzione quando si lavano panni avendo cura di non centrifugarli e di non usare ammorbidenti, che annullano l’efficacia delle microfibre», precisa il professor Fochi. La prova pratica La tester Antonella Liistro ha utilizzato i panni asciutti per togliere semplicemente la polvere da vetri e specchi e bagnati per eliminare schizzi di pioggia o macchie.

«Basta inumidirli, strizzarli bene e poi passarli sulle superfici. Ho bocciato quelli che assorbono troppa acqua (e quindi devono essere strizzati molto) e quelli che obbligano a più passate per eliminare le striature lasciate sul vetro. Ho invece apprezzato i panni che anche con una sola passata lasciano la superficie nitida e quelli di dimensioni non troppo ridotte che consentono di pulire il vetro più comodamente», dice la nostra tester.

Perché sono ecologici A prescindere dai risultati, questi panni sono comunque amici dell’ambiente: utilizzarli evita lo spreco di tessuti usa-e-getta e l’acquisto di detergenti. I 4 MIGLIORI PANNI IN MICROFIBRA: Vileda PannoVetri, 1 panno, 1,99 €. Il punto di forza, L’aderenza. Il panno in microfibra composta per il 70% da viscosa e per il 30% da poliestere ha un’ottima resa quando è umido. Realizzato con uno speciale rivestimento con micropori, aderisce bene alla superficie ed è molto efficace su vetri, specchi e cristalli perché non lascia aloni e pelucchi. Arcasa Panni Colorati Microfibra, 5 panni, 2,89 €. Il punto di forza, Il rapporto qualità/prezzo. La confezione comprende 5 panni ognuno di un colore diverso. Composti da 80% poliestere e 20% poliammide, sono molto morbidi già al primo contatto, prima di essere bagnati. Arix Mycro-Brill, 1 panno, 3,75 €. Il punto di forza, La trama double face. Il panno ha un lato a trama reticolare, per rimuovere in profondità le macchie di unto, le impronte e gli aloni, e l’altro a trama a righe, per catturare anche le più piccole particelle di liquido, asciugando le superfici rapidamente e senza residui. Brillà Furbetto, 1 panno, 1,20 €. Il punto di forza, La resistenza. Grande 40×40 cm e, quindi, decisamente comodo da tenere in mano, resiste a oltre 100 lavaggi. In microfibra composta da 80% poliestere e 20% nylon, si presenta molto morbido prima ancora di essere inumidito.

  • Una volta bagnato si ammorbidisce ulteriormente e durante l’utilizzo scivola bene sui vetri.
  • Non c’è bisogno di successiva asciugatura perché l’acqua in eccesso si elimina strizzando il panno.
  • Lascia i vetri molto puliti senza aloni.
  • Sull’etichetta sono segnalati in chiaro il modo di utilizzo (vetri, specchi, cristalli, acciaio) e sono anche forniti i consigli d’uso per un lavaggio corretto in lavatrice.

Il nostro lab : Giovanni Fochi, chimico; Antonella Liistro, laretedellemamme.it; Simona Bruscagin, giornalista. Articolo pubblicato sul n° 8 di Starbene in edicola dal 6 febbraio 2018 : Panni in microfibra per i vetri: i 4 migliori

Come pulire gli specchi senza lasciare aloni?

I prodotti casalinghi: aceto, sapone di Marsiglia e glicerina – Oltre al comune alcool – assai usato nella pulizia di specchi e vetri – una soluzione del tutto naturale prevede l’utilizzo dell’ aceto, L’aceto è ottimo per far tornare lucide le superfici opacizzate e reagisce bene sugli specchi.

  • Versane un po’ in una vaschetta d’acqua e imbevi un panno morbido.
  • Quindi, passalo sullo specchio insistendo su aloni e macchie fino a quando non saranno scomparse.
  • Un altro prodotto efficace è il sapone di Marsiglia ; fallo sciogliere in acqua tiepida e passa la soluzione sull’alone.
  • Usa un panno o la spugna con movimenti sicuri.

In alternativa, anche la glicerina e la schiuma da barba aiutano a mantenere brillanti gli specchi. In questo caso, ti servirà un panno di daino per asciugare tutto dopo aver strofinato.

Come togliere le impronte dallo schermo TV?

3 Modi per Rimuovere le Impronte dallo Schermo del Televisore Cercare di guardare la TV attraverso uno strato di polvere e ditate può essere un’esperienza molto frustrante. Fortunatamente, pulire le impronte dallo schermo del televisore è un procedimento molto semplice: puoi usare semplicemente l’acqua, una soluzione di acqua e alcol isopropilico oppure acqua e aceto, risolvendo così facilmente il problema.

  1. 1 Spegni il televisore e stacca la spina. Visto che successivamente userai l’acqua per pulire lo schermo dalle impronte, è una buona idea spegnere l’apparecchio e togliere la corrente. Se c’è un interruttore collegato alla presa che ti permette di disattivarla, puoi azionarlo anziché rimuovere la spina dell’apparecchio.
    • Quando il televisore è acceso, eventuali gocce d’acqua potrebbero scaldarsi a contatto con lo schermo e rovinarlo. Per evitare di creare danni permanenti, ricordati sempre di staccare la spina dell’apparecchio prima di iniziare a pulirlo.
  2. 2 Usa un panno antistatico asciutto per pulire delicatamente lo schermo. Passalo delicatamente sulla superficie, prestando particolare attenzione alle zone in cui si trovano impronte di dita. Non applicare una pressione eccessiva, in quanto potresti rischiare di deformare il vetro dello schermo.
    • Un panno antistatico è il tipo di panno più sicuro per pulire lo schermo del televisore.
    • Recati presso un negozio di elettronica per acquistarne uno nel caso tu non l’abbia già in casa.
  3. 3 Inumidisci un panno pulito con dell’acqua e passalo sullo schermo. Bagna il panno e strizzalo sul lavandino per rimuovere l’acqua in eccesso. Quando pulisci lo schermo presta particolare attenzione alle zone coperte di impronte, esercitando una leggera pressione per non danneggiarlo.
    • Assicurati che il panno non sia troppo imbevuto di acqua da farla scivolare sullo schermo: deve essere leggermente umido.
    • Non passare il panno dietro la cornice dello schermo, in quanto potresti danneggiare i componenti elettrici.
  4. 4 Evita di usare un detergente per vetri, alcol, sapone o un altro prodotto per la pulizia. Questi prodotti danneggerebbero lo schermo rendendolo inutilizzabile: soltanto perché sono pensati per pulire il vetro non significa che possano essere usati sullo schermo di un televisore.
    • Non dovresti mai usare nemmeno spugnette abrasive né salviette di carta: potrebbero graffiare lo schermo.
  5. 5 Lascia passare un’ora in modo che la superfici sia asciutta prima di reinserire la spina della corrente. Una volta terminata la pulizia dello schermo con il panno inumidito, dovresti attendere almeno un’ora affinché sia completamente asciutto prima di accenderlo. In caso contrario, potresti causare danni difficilmente riparabili.
    • Lo schermo potrebbe sembrarti asciutto alla vista e al tatto prima che sia trascorsa un’ora, tuttavia per sicurezza meglio aspettare questo lasso di tempo.

    Consiglio dell’Esperto Guru del Pulito Dalle tecniche di pulizia al processo di offrire esperienze rinnovatrici riducendo il disordine e rigenerando l’ambiente di una casa, James Sears è un esperto del pulito a 360°. James è un Borsista Fiduciario presso la University of Southern California (USC). È un pioniere nel settore della pulizia ed è leader del team di Neatly. Il suo gruppo formato da guru del pulito risiede a Los Angeles e nella Orange County, in California. Se non vuoi usare liquidi sullo schermo, usa un panno in microfibra. Questo tipo di panno è molto morbido e ottimo per la pulizia di apparecchi elettronici o schermi TV che non devono bagnarsi. Se non ne possiedi uno, puoi usare anche una maglia di flanella. Pubblicità

  1. 1 Spegni il televisore, stacca la spina e aspetta che si raffreddi. Prima di pulirlo, assicurati che non sia attaccato alla corrente elettrica. Per evitare di danneggiarlo, spegnilo innanzitutto con il telecomando prima di staccare la spina.
    • È importante lasciare che il televisore si raffreddi prima di pulirlo: l’acqua può scaldarsi a contatto con lo schermo e causare danni.
  2. 2 Usa un panno pulito per pulire delicatamente lo schermo. Applica una leggera pressione per rimuovere la polvere e le impronte, facendo particolare attenzione alle zone più sporche. Non esagerare con la pressione, altrimenti potresti danneggiare lo schermo.
    • Se riesci a eliminare le impronte soltanto con una passata di panno, puoi terminare qui l’operazione di pulizia.
  3. 3 Mescola in un dosatore acqua e alcol isopropilico in parti uguali. Si tratta di un tipo di alcol delicato che può essere utilizzato sui televisori, in quanto non li danneggia una volta diluito con acqua. Usa un bicchiere dosatore per misurare esattamente una parte di acqua e una di alcol.
    • Se non hai un dosatore, mescola i due ingredienti in un bicchiere normale, assicurandoti di non usare una quantità di alcol superiore all’acqua.
    • Non usare altri prodotti chimici al posto dell’alcol isopropilico.
  4. 4 Imbevi un panno nella soluzione, strizzalo e passalo sullo schermo. Il panno dovrebbe essere umido, ma non zuppo, altrimenti potrebbe causare danni. Pulisci delicatamente lo schermo con il panno, concentrandoti particolarmente sulle zone dove ci sono le impronte.
    • Intingi un bastoncino di cotone nella soluzione, asciugalo con un panno in modo che sia leggermente umido, quindi usalo per pulire gli angoli dello schermo in cui è difficile rimuovere le impronte con il panno.
  5. 5 Asciuga lo schermo con un panno pulito. Una volta rimosse completamente le impronte, asciuga la superficie con un altro panno, prestando particolare attenzione alle zone in cui erano presenti le impronte.
    • Lascia che il televisore si asciughi da solo dopo averlo strofinato per circa 15 minuti.
    • Quando è completamente asciutto, infila nuovamente la spina nella corrente.

    Pubblicità

  1. 1 Stacca la spina del televisore e aspetta che si raffreddi. Prima di pulirlo, spegnilo innanzitutto con il telecomando, quindi rimuovi la spina dalla presa nel muro: se la stacchi mentre il televisore è ancora acceso, potresti danneggiarne i circuiti elettrici.
    • Se il televisore non si è ancora raffreddato nel momento in cui lo pulisci, l’acqua si scalderà a contatto con lo schermo danneggiandolo.
  2. 2 Mescola acqua e aceto in parti uguali in una bottiglietta spray. Usa un bicchiere dosatore per misurare esattamente una parte di acqua e una di aceto; se non ne possiedi uno, usa un bicchiere normale e cerca di essere il più accurato possibile nella misurazione. In ogni caso, è meglio esagerare con l’acqua che non con l’aceto.
    • Se decidi di usare una bottiglietta spray che conteneva in precedenza un altro prodotto per la pulizia, versaci all’interno del sapone per piatti, risciacquala alcune volte finché non smette di formarsi schiuma e lasciala asciugare.
  3. 3 Spruzza la soluzione su un panno in microfibra. Non usare salviette di carta, fazzoletti né spugnette abrasive per questo tipo di pulizia, in quanto questi materiali potrebbero graffiare lo schermo. Un panno in microfibra rimuoverà le impronte senza creare danni.
    • Un paio di spruzzate di soluzione sul panno dovrebbero essere sufficienti.
  4. 4 Strofina lo schermo con movimenti piccoli e circolari. Eseguendo questi movimenti con delicatezza non lascerai aloni sullo schermo.
    • Se ci sono impronte sulla cornice dello schermo, passaci sopra il panno con movimenti circolari.
  5. 5 Asciuga lo schermo con un panno pulito in microfibra. Una volta che avrai passato l’intera superficie con il panno umido, puoi asciugarla con un altro panno. Usa ancora movimenti circolari e presta particolare attenzione a eventuali impronte o polvere residua sullo schermo.
    • Lascia asciugare lo schermo per altri 15 minuti dopo aver passato il panno.
    • Infila la spina nella corrente una volta che lo schermo è asciutto.

    Pubblicità

Assicurati che il televisore si trovi in una posizione sicura prima di pulirlo. Questa raccomandazione è importante indipendentemente dalle dimensioni dell’apparecchio, ma lo è ancora di più se lo schermo è grande.

Pubblicità

  • Panni asciutti e antistatici
  • Acqua
  • Panni asciutti e puliti
  • Alcol isopropilico
  • Acqua
  • Bastoncini di cotone
  • Bicchieri dosatori
  • Panni asciutti e puliti
  • Bottiglietta spray
  • Acqua
  • Aceto bianco
  • Dosatori o bicchiere
  • Sapone per piatti

Questo articolo è stato co-redatto da, Dalle tecniche di pulizia al processo di offrire esperienze rinnovatrici riducendo il disordine e rigenerando l’ambiente di una casa, James Sears è un esperto del pulito a 360°. James è un Borsista Fiduciario presso la University of Southern California (USC).

Come si pulisce lo schermo a cristalli liquidi?

Come pulire il monitor LCD del computer – Anche il monitor del computer, esattamente come lo schermo della TV, è molto delicato e necessita di una certa attenzione durante la fase di pulizia. Come per la tv, anche in questo caso l’utilizzo di un panno in microfibra è la scelta migliore: basta passarlo sul monitor con dei movimenti delicati, senza esercitare troppa pressione, per togliere via tutta la polvere.

  1. A differenza del monitor della tv, quello dei computer può essere soggetto a macchie più invadenti rispetto alla semplice polvere, questo perché spesso davanti al pc siamo soliti svolgere altre attività: mangiamo, beviamo, lo portiamo ovunque, tutte cose che incrementano lo sporco.
  2. Per togliere macchie più ostinate, bisogna stare attenti al tipo di detergente da utilizzare: è bene preferire un detergente neutro e delicato, e non spruzzarlo mai direttamente sul monitor ma sul panno.

Basterà qualche goccia per pulire sia il monitor che la cornice, e far tornare a splendere il vostro pc!

Come togliere graffi su TV LED?

Come riempire i graffi – Una volta terminata la pulizia dello schermo col pannetto in microfibra, procediamo col primo metodo per eliminare i graffi su uno schermo LCD. Bisogna procurarsi della vaselina bianca, da usare per riempire i graffi. È necessario prelevarne solo qualche gocciolina, usandone poca per volta.

Ricordate che la superficie è molto delicata: procedete con cautela per non rovinare la parte restante dello schermo. Il consiglio è quello di aiutarvi con una spatolina per poter riempire al meglio i buchi crearti da graffi. Una volta finito bisogna rimuovere il prodotto in eccesso con l’aiuto di un foglio di carta da cucina molto morbido.

Prestate attenzione a non esercitare troppa pressione. In caso contrario rischierete di rimuovere anche la vasellina usata per proteggere il graffio. Sarà però necessario riapplicare la vaselina ogni volta che si procederà ad una pulizia un po’ più approfondita dello schermo.

In questo caso infatti insieme allo sporco verrebbe via anche la vaselina. Con questi semplici passaggi potrete risolvere o meglio eliminare i graffi del vostro schermo LCD. Ricordiamo per l’ennesima volta che questo metodo funziona solo con graffi lievi. Se i graffi sono troppo profondi è meglio riportare il vostro schermo dal rivenditore o da uno specialista in modo da farvi sostituire lo schermo.

Fate attenzione quando applicate la vaselina, utilizzandola con parsimonia perché un uso eccessivo potrebbe danneggiare lo schermo. In descrizione trovate altri link utili con altri metodi per poter rimuovere i graffi dal vostro schermo LCD, e anche un video tutorial di YouTube che spiega passo a passo e in maniera molto approfondita come rimuovere i graffi sullo schermo LCD con l’olio d’oliva.

Come pulire lo schermo della TV OLED?

Come pulire il televisore –

Pulire delicatamente la sporcizia esterna (polvere, olio cutaneo, ecc.) con un panno morbido e asciutto, come un panno per la pulizia degli occhiali. Pulire delicatamente lo schermo con un panno in microfibra. Non toccare la superficie dello schermo a causa del trattamento speciale. Per rimuovere l’inchiostro di pennarelli a olio dal TV, inumidire un panno in un detergente delicato diluito (in percentuale inferiore all’1%) con acqua. Strizzare a fondo, quindi rimuovere l’inchiostro.

Utilizzare i detergenti delicati con cautela perché possono provocare problemi ambientali se smaltiti in modo non corretto.Subito dopo, asciugare delicatamente lo schermo con un panno in microfibra.Non utilizzare detergenti contenenti sostanze abrasive come ad esempio un detersivo.

L’ordine dei cristalli liquidi può danneggiarsi se si esercita pressione durante la pulizia dello schermo LCD e potrebbe assumere l’aspetto di una macchia di sporco. Spegnere e riaccendere il televisore per vedere se la situazione migliora.Pulire con attenzione la superficie stampata del TV, come ad esempio CH +, CH – o HDMI 1 utilizzando un panno morbido e asciutto.

La superficie stampata potrebbe danneggiarsi se graffiata con le unghie.

Si consiglia di utilizzare un piccolo panno da spolvero dotato di una maniglia per pulire gli spazi stretti, ad esempio tra il TV e il supporto (supporto da tavolo). La polvere può accumularsi vicino alla presa d’aria del televisore. Il deposito di polvere su questa area può causare malfunzionamenti e il surriscaldamento. Si consiglia di rimuoverla con un aspirapolvere una volta al mese. Inumidire un panno con un detergente neutro diluito con acqua, strizzare con forza, rimuovere la sporcizia dal telecomando, quindi asciugare delicatamente il telecomando con un panno asciutto. NOTA : Se si verifica una perdita di liquido della batteria, rimuovere il liquido dal vano batteria del telecomando prima di inserire nuove batterie.

Community Sony Visita la nostra community e condividi esperienze e soluzioni con altri clienti Sony